Ue: sostegno al Sudan per democrazia e riforme. “Preoccupazione per deterioramento situazione umanitaria”

(Bruxelles) Il Consiglio dei ministri Ue ha adottato oggi un documento sul Sudan, “riconoscendo l’opportunità storica offerta dalla transizione politica in Sudan per progredire verso un Paese pacifico, democratico e prospero”. Il testo sottolinea che “il successo del Sudan resta fondamentale per la stabilità nel Corno d’Africa e nell’intera regione”; i ministri degli esteri dell’Unione “ribadiscono l’impegno dell’Ue, in qualità di partner fondamentale, ad accompagnare il Sudan nel suo percorso di riforme politiche, economiche e sociali, al fine di assicurare il buon esito della transizione verso la democrazia”. Il Consiglio sottolinea inoltre che, “per garantire la stabilità a lungo termine del Paese, la transizione dovrebbe includere tutte le componenti della società, in particolare le donne, i giovani e le persone di regioni particolarmente colpite dai conflitti e dall’emarginazione”. A tale riguardo, il Consiglio ricorda che “solo un effettivo governo a guida civile dotato di un’autentica autorità decisionale otterrà la fiducia del popolo sudanese e porrà le fondamenta di riforme significative. L’Ue rimane pronta a sostenere un processo di pace a guida sudanese in coordinamento con i partner regionali, in particolare l’Unione africana”. L’Unione è inoltre “pronta a sostenere i piani economici del governo di transizione”. A Bruxelles permane invece una forte preoccupazione “per il deterioramento della situazione umanitaria, aggravata da un elevato numero di rifugiati e sfollati interni. L’Ue chiede alle autorità sudanesi di eliminare gli ostacoli burocratici che ancora si frappongono al lavoro degli attori umanitari e dello sviluppo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia