Diocesi: Carpi, ritorna la mostra itinerante dei presepi nelle attività del centro storico. Domani l’inaugurazione con mons. Castellucci

Per il quarto anno consecutivo, Carpi diventerà “Città del presepe”. È il progetto promosso dalla diocesi di Carpi, sulla base dell’iniziativa lanciata quattro anni fa dall’allora vescovo mons. Francesco Cavina, e accolto da mons. Erio Castellucci, attuale amministratore apostolico della diocesi. Si intitola “Dall’Annunciazione alla Nascita. Mostre di presepi artistici e artigianali” il percorso che sarà inaugurato domani, sabato 7 dicembre, alle 15.45, in cattedrale, alla presenza di mons. Castellucci. Nel duomo sarà esposta la mostra monografica dell’artista-scultore contemporaneo Luca Cavalca che sarà presente con otto opere dedicate a quattro tematiche: l’Annunciazione, la Natività, lo Spirito Santo e la Paternità. Inoltre, il Museo diocesano d’arte sacra, nella chiesa di Sant’Ignazio, ospiterà l’esposizione dell’artista Sandra Andreoli con sei rappresentazioni della Maternità che si aggiungono a quella centrale in cui figurano san Francesco e la Sacra Famiglia. Oltre a quelle di Sandra Andreoli, saranno esposti altri presepi artistici, tra cui le due Sacre Famiglie di Nuccia Andreoli. Come da tradizione, si svolgerà poi la mostra itinerante ospitata nelle attività del centro storico: sono oltre 100 i presepi che saranno collocati nelle vetrine, la maggiore parte dei quali derivanti da collezioni private. Nei luoghi dove i presepi sono esposti sarà in distribuzione il volantino con una mappa per orientarsi lungo il percorso. Infine, anche quest’anno sarà possibile ammirare in corso Fanti il presepe a grandezza naturale creato dagli esperti presepisti, Romano Cornia e Giuseppe Lugli. Le esposizioni continueranno fino a lunedì 6 gennaio, tutti i giovedì, dalle 9.30 alle 12.30; sabato dalle 16 alle 18.30; e domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 18.30.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo