Servizio civile universale: Cnesc, “affannosa ricerca di fondi aggiuntivi in corso d’anno”

“Ancora una volta, come in passato, le sorti del Servizio civile universale dipendono dall’affannosa ricerca di fondi aggiuntivi in corso d’anno”. Lo dichiara la Consulta nazionale del Servizio civile (Cnesc), che lancia un appello al Governo e al Parlamento. “Al momento, oltre ai residui dell’esercizio 2019, sono previsti, nella legge di bilancio all’esame del Parlamento, 139 milioni di euro che permetteranno l’anno prossimo a circa 20.000 giovani di svolgere il Servizio civile”, evidenzia la Consulta, che rileva come “il ministro Spadafora ha posto come obiettivo prioritario del suo mandato, condiviso da tutta la Consulta, la stabilizzazione di un contingente ordinario minimo annuo, con l’impegno, già in sede di assestamento del bilancio 2020, a fare i necessari passi normativi”. Dalla Cnesc un riferimento al disegno di legge governativo che destina al bando 2019 ulteriori 70 milioni, approvato dal Governo Conte, a fine luglio, che “dovrebbe essere esaminato dal Parlamento nei primi mesi del 2020 e quindi, se approvato, consentirà il finanziamento di circa 13.000 posti che molto probabilmente saranno impiegati per il bando 2020”. “Di fronte a questa realtà, facciamo appello al presidente del Consiglio, al Governo e al Parlamento perché non si taglino le gambe al Servizio civile universale e non si dia un’altra sberla ai giovani, dopo tanti discorsi sulla loro centralità per il futuro del Paese”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy