Papa Francesco: notte di Natale, “Dio continua ad amare ogni uomo, anche il peggiore”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

“Natale ci ricorda che Dio continua ad amare ogni uomo, anche il peggiore”. Ne è convinto il Papa, che nell’omelia della messa della notte di Natale ne ha riassunto così il messaggio: “A me, a te, a ciascuno di noi oggi dice: ‘Ti amo e ti amerò sempre, sei prezioso ai miei occhi’”. “Dio non ti ama perché pensi giusto e ti comporti bene; ti ama e basta. Il suo amore è incondizionato, non dipende da te”, ha ricordato: “Puoi avere idee sbagliate, puoi averne combinate di tutti i colori, ma il Signore non rinuncia a volerti bene”. “Quante volte pensiamo che Dio è buono se noi siamo buoni e che ci castiga se siamo cattivi”, ha esclamato il Santo Padre: “Non è così. Nei nostri peccati continua ad amarci. Il suo amore non cambia, non è permaloso; è fedele, è paziente. Ecco il dono che troviamo a Natale: scopriamo con stupore che il Signore è tutta la gratuità possibile, tutta la tenerezza possibile. La sua gloria non ci abbaglia, la sua presenza non ci spaventa. Nasce povero di tutto, per conquistarci con la ricchezza del suo amore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy