50° sacerdozio Papa Francesco: Celam, “un Alter Christus a servizio della misericordia, a braccia aperte verso tutti gli angoli della terra”

“Santità, il Giubileo d’oro della sua ordinazione sacerdotale, che ricordiamo con affetto filiale, ci consente di ringraziare Dio per il dono del suo sacerdozio: un Alter Christus al servizio della misericordia, della bontà e della cura del creato”. È questo il messaggio augurale espresso dal presidente del Consiglio episcopale latinoamericano (Celam), mons. Miguel Cabrejos Vidarte, arcivescovo di Trujillo (Perù) e dagli altri membri della presidenza dell’organismo ecclesiale, nel 50° di sacerdozio di Papa Francesco.
La chiamata del Signore, “sempre misteriosa e profonda, ha modellato la sua anima nelle care terre argentine, formando un sacerdote con il cuore latinoamericano, ma con uno sguardo universale, come lo vediamo oggi, a braccia aperte verso tutti gli angoli della terra, specialmente dove cresce la sofferenza, e verso tutti gli uomini di buona volontà”.
“La sua missione, Santità – prosegue il messaggio -, ha ridato speranza alle nostre popolazioni. È l’annuncio di un Dio che ama con tenerezza e si abbraccia con misericordia; di un Dio che ci invita a prenderci cura della terra così come Egli si prese cura del giardino dell’Eden, ci impegna con il fratello a costruire ponti e ci impegna con la terra per apprezzarla come una sorella”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo