Violenza su donne: Cuneo, 4.000 coperte colorate di “Viva Vittoria” per “acquistare il proprio no alla violenza”

Quattromila coperte colorate hanno tappezzato il pavimento della piazza centrale di Cuneo in una straordinaria giornata di sole, in mezzo a tante di pioggia. Dopo Aosta, Bergamo, Reggio Emilia, Biella, Verona, Cremona, Brescia, il messaggio di “Viva Vittoria” oggi risuona forte e colorato nel capoluogo piemontese: “La violenza contro le donne si può fermare cominciando da noi stesse, dalla consapevolezza che noi decidiamo della nostra vita”. Scuole, case di riposo, associazioni, singole persone per mesi hanno intessuto a maglia uno o più quadrati nelle dimensioni 50×50. I quadrati sono stati poi cuciti con un filo rosso, espressione di unione e relazione, per formare coperte da 100×100 cm. I lavori vengono venduti oggi e il ricavato andrà a favore dei centri di accoglienza femminili e progetti per donne in difficoltà di Casa Madre della speranza della San Vincenzo e di Casa Letizia della Caritas diocesana di Cuneo. Trenta volontarie hanno allestito questa “opera relazionale condivisa” e si alternano oggi sulla piazza per vendere le coperte. In piazza c’è anche la bresciana Cristina Begna, fondatrice del progetto, che spiega al Sir: “Spendere venti euro per una coperta significa acquistare il proprio no alla violenza”. Viva Vittoria sarà l’8 marzo a Roma, Bologna e Sassari.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori