Vita consacrata: Usg, l’intervento del card. Michael Czerny all’assemblea dei superiori generali. Si parla di Sinodo e protezione dei minori

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

Si sono aperti ieri a Roma i lavori della 93ª assemblea semestrale dell’Unione superiori generali (Usg) sul tema “Vita religiosa nel secolo XXI”. La prima giornata ha posto l’attenzione dei superiori generali sul Sinodo per l’Amazzonia e sulla protezione dei minori e degli adulti vulnerabili. A intervenire è stato il card. Michael Czerny, sottosegretario della Sezione migranti e rifugiati del Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale. Il tema è stato ulteriormente ampliato dalla cosegretaria della commissione “Giustizia, pace e integrità del creato” (Jpic), Kinsey Sheila, che ha richiamato ripetutamente la “Laudato si’” soffermandosi su una serie di interconnessioni tra il creato e i poveri. Ha chiuso la giornata l’intervento di mons. Matteo Visioli, sottosegretario della Congregazione per la dottrina della fede, che ha affrontato con il tema della protezione dei minori e degli adulti vulnerabili rifacendosi alla lettera apostolica di Papa Franceso “Vos estis lux mundi”. Oggi spazio alla riflessione di Diarmuid O’Murchu e l’interazione con alcuni giovani religiosi e religiose. I lavori si concluderanno domani con l’udienza di Papa Francesco.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa