Formazione: Roma, da film e libri un’introduzione alla Dottrina sociale della Chiesa. Torna il corso “non convenzionale” di Ol 3

Si svolgerà a Roma, dal 16 al 17 novembre, il corso di introduzione alla Dottrina sociale della Chiesa, organizzato da “Ol 3 – Né indignati né rassegnati”. Si rifletterà su cinque parole: persona, bene comune, solidarietà, sussidiarietà e partecipazione. Un momento che ritorna, per il nono anno, rivolto a responsabili della Pastorale sociale e del lavoro, a giovani e presidenti di associazioni. Si tratta di una forma di primo annuncio di Dottrina sociale “purtroppo diventata una cosa per addetti ai lavori”, spiega il presidente di Ol 3, Gigi De Palo. Il linguaggio utilizzato è “innovativo”. Uno stile “coinvolgente” da “esportare nelle associazioni e movimenti”. Coinvolgente perché si racconterà la sussidiarietà partendo dalla visione del film “Giallo, rosso e Verdone”. Poi il bene comune, partendo da alcune immagini del film “Il cavaliere oscuro”. E la persona dalla scena finale di Schindler list. “È fondamentale che i diversi percorsi di formazione sociopolitica abbiano un linguaggio comune – spiega De Palo -. E noi vogliamo ripartire dai cinque pilastri della Dottrina sociale della Chiesa”.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa