Germania: card. Marx (Dbk), “sulle questioni del clima dobbiamo riapprendere cosa significa pensare in rete con tutta la famiglia umana”

Il presidente della Conferenza episcopale tedesca (Dbk), il card. Reinhard Marx, ha messo in guardia contro una divisione del mondo nell’interesse individuale e la disintegrazione dei sistemi olistici in ecologia ed economia. “Apparteniamo insieme ad un mondo globale e ci viene ricordato, non ultimo, dal Sinodo sull’Amazzonia, che si sta attualmente incontrando in Vaticano, che dobbiamo riapprendere cosa significa pensare in rete con tutta la famiglia umana”, ha detto ieri parlando ai giornalisti nel corso dell’annuale incontro di San Michele organizzato dall’Ufficio cattolico di Berlino. Il Sinodo chiarisce la questione centrale di come procedere con il mondo: “Ecco perché dobbiamo essere grati ai giovani che scendono in strada e si pongono chiaramente queste domande”, ha detto Marx. Secondo il cardinale nel corso del Sinodo si tratterà anche del possibile allentamento del celibato, non dell’abolizione del celibato, ma dell’eventuale presenza di più condizioni per l’ammissione nei singoli casi. Molti vescovi del Sud America ritengono inaccettabile che le messe in alcune regioni non possano nemmeno aver luogo durante la settimana perché non ci sono abbastanza sacerdoti. Inoltre, Marx ha ribadito le richieste di un maggiore coinvolgimento delle donne nella Chiesa cattolica, richiesto con grande forza in Sud America, “anche il diaconato della donna”. Marx ha nuovamente condannato la violenza antisemita e i populismi: “Attualmente stiamo correndo un rischio di rinascita di nazionalismi, di movimenti arretrati, di interessi individuali e populismi di ogni tipo. Abbiamo una responsabilità per la dignità di ogni essere umano. Abbiamo bisogno di un mondo che superi gli individualismi, che lasci alle spalle un pensiero amico-nemico”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa