Santa Sede-Cina: Riccardi, “la sfida del cattolicesimo è avere spazio nella Cina di oggi”

“Si tratta di un accordo molto umile perché provvisorio. Ma per alcuni è stata la caduta degli ultimi punti di tensione della durata di 70 anni”. A dirlo è stato il professor Andrea Riccardi durante la presentazione del libro “L’accordo fra la Santa Sede e la Cina. I cattolici cinesi tra passato e futuro”. “C’è stata la capacità di risolvere malgrado il conflitto sia durato a lungo – ha osservato -. La posta in gioco dell’accordo è più grande della soluzione dei problemi dei cattolici in Cina”. Riccardi ha ricordato i momenti di difficoltà nel rapporto fra Santa Sede e Repubblica Popolare Cinese negli anni. “Si vede come sia stata una storia di dolori per le persone coinvolte e come si arrivi a una serie di stop drammatici, meriterebbe una riflessione come da una crisi si sia arrivati al primo accordo provvisorio. Non esisteva un linguaggio comune che solo gli incontri e il dialogo potevano creare”. “Oggi l’accordo rifà l’episcopato cinese un fatto vitale, premessa per il futuro. Nasce un soggetto pubblico che finalmente può giocare un ruolo nella società cinese. La sfida del cattolicesimo è avere spazio nella Cina di oggi. La vera questione è guardare al futuro, il cattolicesimo si deve ripensare nelle periferie”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa