This content is available in English

Romania: 363 milioni dalla Ue per un ponte sul Danubio. Hahn (Commissione), “trasporti più rapidi, migliore qualità della vita”

Il commissario Ue Johannes Hahn

(Bruxelles) Arrivano dal Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) 363,3 milioni di euro per la costruzione di un ponte sul fiume Danubio nella città di Braila nella Romania sud-orientale. “Il progetto – spiega un comunicato della Commissione – prevede anche la costruzione di strade di collegamento per migliorare i trasporti tra il Mar Nero e la Romania nord-orientale”. Johannes Hahn, commissario responsabile per la politica di vicinato, i negoziati sull’allargamento e la politica regionale, dichiara: “Questo progetto finanziato dall’Ue migliorerà chiaramente la qualità della vita nella regione, con viaggi su strada più brevi e altro ancora. Facilitando i collegamenti con la Moldavia e l’Ucraina, questo progetto di coesione contribuirà anche a rafforzare le relazioni dell’Ue con i suoi vicini” orientali. Questo progetto, che fa parte della rete transeuropea dei trasporti, “migliorerà il collegamento tra il nord del Paese, la città di Tulcea, il delta del Danubio e il porto di Costanza a sud”. Al momento, il collegamento può essere effettuato solo tramite il ponte Giurgeni-Vadul Oii (88 km a sud di Braila) o con il traghetto da Braila e Galati. La traversata in traghetto di solito è chiusa in inverno e in primavera a causa di ghiaccio, nebbia o forti piogge. “Il nuovo ponte offrirà un’alternativa più veloce, con un tempo di percorrenza ridotto di circa 50 minuti”. Il completamento del progetto è previsto entro la fine del 2023.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa