Rifugiati: Forti (Caritas), “onorati per Premio Nansen ai corridoi umanitari. Governo apra canali legali e sicuri”

“Siamo onorati di ricevere questo premio, frutto di uno sforzo collettivo, compresa la collaborazione delle Caritas diocesane. I corridoi umanitari rimangono una buona prassi della quale far tesoro e dalla quale ripartire per riprendere, a livello governativo, quel coraggio e quella disponibilità che è mancata negli ultimi anni, per immaginare una gestione delle migrazioni con l’apertura di canali legali e sicuri d’ingresso”. Così Oliviero Forti, responsabile dell’ufficio immigrazione di Caritas italiana, commenta al Sir l’assegnazione del Premio Nansen per i rifugiati dell’Unhcr (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati) ai corridoi umanitari voluti e realizzati dalla società civile in collaborazione con il governo italiano. L’iniziativa promossa in tre protocolli diversi e distinti dalla Comunità di S. Egidio, Cei-Caritas italiana, Federazione delle Chiese evangeliche in Italia  (Fcei) e Tavola Valdese vince il premio regionale per l’Europa 2019. Per la prima volta si è deciso di non dare solo un premio globale ma di suddividerlo a livello continentale. Viene conferito ogni anno ad una persona o organizzazione che si è distinta nell’assistenza alle persone costrette a fuggire dalle proprie case. I corridoi umanitari sono stati premiati “per aver assicurato a migliaia di rifugiati un canale sicuro per ricevere protezione e la possibilità di ricostruirsi un futuro migliore in Italia”. “I corridoi umanitari – precisa Forti – non vogliono essere in alcun modo una forma sostitutiva dell’ordinarietà di gestione dell’immigrazione da parte del governo. Da un lato sono stati un pungolo per le istituzioni, dall’altro sono una buona prassi perché danno alla società civile la possibilità di sperimentarsi su una sfida globale coinvolgendo anche le comunità. Questo è l’elemento aggiunto forte”. La premiazione si terrà durante una cerimonia ufficiale organizzata insieme ai governi della Norvegia e della Svizzera presso l’Ambasciata norvegese a Roma il 25 settembre, alle ore 19.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo