Università Cattolica: mons. Russo (Cei), “atenei siano spazi per progettare nuova cultura e concorrere a sviluppo della persona e del Paese”

Il Manifesto per l’università siglato lo scorso 15 maggio dalla Cei e dalla Crui “delinea con chiarezza l’idea di università che concorra in modo armonico allo sviluppo della persona e del Paese. Un’università in cui venga valorizzata l’autonomia e la sussidiarietà”. Ad illustrarlo è mons. Stefano Russo, segretario generale della Cei, intervenuto oggi, a Matera, alla giornata conclusiva del Seminario di studio dei docenti di teologia e degli assistenti pastorali dell’Università Cattolica. Grazie al documento, Crui e Cei “si sono impegnate a favorire lo scambio reciproco di esperienze e informazioni, inserendo nei programmi per la formazione moduli che diano conto anche dell’intreccio e del dialogo tra la dimensione culturale e quella spirituale. L’intento è quello di favorire la nascita di accordi e protocolli a livello territoriale tra Atenei e singole Diocesi, sostenere esperienze di volontariato e di tirocinio, condividere progetti di ricerca”. Obiettivo guardare all’università come a spazi “nei quali si progetta una nuova cultura, finalizzata a dare all’attuale e alle future generazioni strumenti idonei a interpretare e gestire con senso di responsabilità problemi sociali, economici, ambientali, etici sempre più complessi, tanto affascinanti quanto drammatici”. Tutti aspetti che, conclude il segretario generale Cei, “sollecitano la cultura oltre che la Chiesa e invitano a fare sistema per sviluppare servizi e strutture calibrati alle necessità integrali della persona”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo