Papa Francesco: a Scout d’Europa, “l’avere ingrassa il cuore e lo fa mondano, il dono lo rende leggero”

foto SIR/Marco Calvarese

“Prima di tutto date. Oggi si pensa subito ad avere. Tanti vivono col solo scopo di possedere quel che piace. Ma non sono mai soddisfatti, perché quando hai una cosa ne vuoi un’altra e un’altra ancora e avanti così, senza fine. Non c’è la sazietà dell’avere”. Lo ha detto Papa Francesco ai partecipanti all’Euromoot dell’Unione internazionale delle guide e degli scout d’Europa, ricevuti stamani in udienza nell’Aula Paolo VI, in Vaticano. “Il più avere provoca più fame, più voglia di avere, senza trovare quello che fa bene al cuore. Il cuore si allena, non con l’avere, col dono – ha aggiunto il pontefice -. L’avere ingrassa il cuore lo fa pesante, lo fa mondano, il dono lo fa leggero”. Soffermandosi sul senso del dare, Francesco ha spiegato che significa “mettere in gioco la vita”. “Dare vuol dire alzarsi dalla poltrona, dalle comodità che fanno ripiegare su se stessi e mettersi in cammino. Dare vuol dire smettere di subire la vita e scendere in campo per regalare al mondo un po’ di bene”. Dal Papa una richiesta ai giovani presenti: “Non lasciate la vita sul comodino, non accontentatevi di vederla scorrere in televisione, non credete che sarà la prossima app da scaricare a farvi felici”. E ancora un monito: “Nella voglia di avere, nell’alienarsi nell’avere le cose, tu perdi la tua originalità e diventerai una fotocopia”. Quindi, il pontefice ha ricordato le parole di Carlo Acutis. “Non facciamo della nostra originalità una fotocopia. Quanti giovani oggi – è triste – sono una fotocopia, hanno perso la loro originalità e copiano l’identità di qualsiasi altra originalità”. Quindi, l’invito a fidarsi di Dio, che “non lascia a mani vuote”. “Ti libera delle false promesse dei consumi per farti libero dentro. Ti dà quello che nessuna cosa ti può dare; perché l’ultimo smartphone, la macchina più veloce o il vestito alla moda, oltre a non bastare mai, non ti daranno mai la gioia di sentirti amato e di amare. Questa è la vera gioia”.

foto SIR/Marco Calvarese

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia