Dialogo: a Lindau la decima assemblea mondiale di “Religions for peace”

“Costruire un profondo consenso morale sulle sfide contemporanee, eleggere un nuovo Consiglio Mondiale e promuovere azioni comuni multi-religiose attraverso ed al di là della rete di Religions for Peace”. Sono alcuni obiettivi della decima edizione dell’Assemblea di Religions for Peace, che in questi giorni, a Lindau, in Germania, vede riuniti 800 tra leader religiosi, rappresentanti di governi, ong e gruppi della società civile per confrontarsi su come “prendersi cura del nostro futuro comune”, come recita il tema dell’appuntamento. Rafforzare la cooperazione multi-religiosa per la pace tra leader religiosi, sostenerla in paesi oppressi da violenza e conflitti, appoggiare l’avvio di processi di pace attraverso l’iniziativa multi-religiosa nella Repubblica Democratica del Congo, nel Sud Sudan, in Nord e Sud Corea ed in Myanmar: questi gli impegni assunti dai partecipanti, soprattutto nelle aree di guerra. L’evento di questa fine di agosto si svolge a sei anni dall’ultima edizione, che si è svolta a Vienna nel 2013. Religions for Peace, fondata nel 1970, è una rete multi-religiosa internazionale formata da un Consiglio mondiale di leader religiosi altamente rappresentativi, da sei organismi interreligiosi per i diversi continenti e da più di 90 gruppi nazionali. Ne fanno parte anche le reti delle donne di fede e le reti interreligiose dei giovani.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia