Crisi di governo: Zingaretti (Pd), “pronti a governo di svolta o voto”

(Foto: Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

“Abbiamo manifestato al presidente della Repubblica la disponibilità a verificare la formazione diversa maggioranza e l’avvio di una fase politica nuova e un governo nel segno della discontinuità politica e programmatica”. Lo ha detto il segretario del Partito Democratico, Nicola Zingaretti, ricevuto con la delegazione del partito al Quirinale dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per le consultazioni. “Non un governo a qualsiasi costo: serve un governo di svolta, alternativo alle destre, con un programma nuovo, solido, una ampia base parlamentare e ridia una speranza agli italiani. Se non dovessero esistere queste condizioni, tutte da verificare, lo sbocco naturale della crisi sono nuove elezioni anticipate alle quali il Pd è pronto”. Il Pd reputa che sia “utile” provare a costituire un “governo di svolta” per il quale “abbiamo indicato i primi non negoziabili principi”: primo tra tutti la riconferma della “vocazione europeista” dell’Italia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia