Venezuela: un documentario sulla resilienza del popolo venezuelano e gli aiuti della Chiesa

Un film documentario di 35 minuti sulla irriducibilità di un popolo che vive in una situazione drammatica e sull’opera della Chiesa venezuelana a favore dei bisognosi. Si intitola “Venezuela. Resilienza” ed è realizzato dalla giornalista italo-venezuelana Marinellys Tremamunno. “I venezuelani meritano una vita migliore, liberi dalla paura e con accesso al cibo, all’acqua e ai servizi sanitari”, aveva denunciato lo scorso 5 luglio Michele Bachelet, l’Alta Commissaria delle Nazioni Unite per i Diritti Umani. Il film racconta la fame sofferta dai venezuelani che non possono fuggire dal Paese attraverso interviste, testimonianze e materiale d’archivio, ma anche la capacità di resilienza di coloro che hanno fiducia nella ripresa del Paese. In particolare, il documentario racconta il lavoro della Chiesa venezuelana per dare “cibo per l’anima” ai più bisognosi, attraverso il programma “Pentole solidali” di Caritas Venezuela. Marinellys Tremamunno è una giornalista italo-venezuelana, nata e cresciuta a Caracas. Corrispondente dall’Italia per le testate messicane Excelsior e Imagen Tv, scrive per La Nuova Bussola Quotidiana e collabora con diverse testate internazionali. È fondatrice dell’associazione “Venezuela: la piccola Venezia” Onlus che promuove attività di cooperazione allo sviluppo in Venezuela. È autrice dei libri “Chávez y los medios de comunicación social” (Alfadil Ediciones, Venezuela 2002), “Venezuela: il crollo di una rivoluzione” (Arcoiris Edizioni, Italia 2017) e “Venezuela, l’Eden del diavolo” (Infinito Edizioni, Italia 2019). La proiezione del documentario sarà il 21 agosto alle ore 14 nel padiglione A2 del Meeting di Rimini, Arena Percorsi A/2.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia