Mediterranea: nave Alex con 54 naufraghi a bordo a 12 miglia da Lampedusa, in attesa dell’indicazione di un porto sicuro

Dalle prime ore di questa mattina la nave Alex della Ong Mediterranea con 54 migranti a bordo si trova al limite delle acque territoriali italiane, a 12 miglia da Lampedusa, in attesa dell’indicazione di un porto sicuro “prima che la situazione a bordo diventi insostenibile”. I 54 naufraghi sono stati tratti in salvo nel pomeriggio di ieri da un gommone in pessime condizioni in zona Sar libica: tra di loro 11 donne, di cui tre incinte, e 4 bambini. Alle 5.17 il centro di coordinamento del salvataggio di Malta ha offerto come “gesto di buona volontà” la disponibilità da parte del governo maltese allo sbarco sull’isola delle 54 persone a bordo della nave Alex. “Abbiamo risposto che – informa Mediterranea – per le condizioni psicofisiche delle persone a bordo e le caratteristiche della nave”, Alex “non è in grado di affrontare la traversata verso Malta. Ma siamo disponibili a trasferire i naufraghi su motovedette maltesi o della Guardia Costiera italiana”. Alla nave, che batte bandiera italiana, è stato notificato il divieto di ingresso nelle acque italiane. Lo ha confermato il ministro dell’Interno, Matteo Salvini: “stanotte abbiamo consegnato il divieto di ingresso nelle acque italiane”. “Incredibilmente – ha aggiunto –, la Ong si sta rifiutando di andare a Malta, Paese europeo sicuro”; “se non dirigeranno verso Malta, sarà l’ennesimo atto di disobbedienza, violenza e pirateria”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo