Università: Campus Biomedico Roma, l’8 luglio Open day con due nuovi corsi in Scienze e tecnologie alimentari e in Medicine and Surgery

Un tecnologo alimentare in grado di seguire il prodotto dal campo al punto vendita. Un medico con formazione internazionale, abituato a osservare il paziente sin dal primo anno di studi. Le due figure professionali sono le novità dell’offerta formativa che l’Università Campus Biomedico di Roma presenterà l’8 luglio dalle 14.30 in occasione dell’Open day. I due nuovi corsi di laurea di “Scienze e tecnologie alimentari e gestione di filiera” e “Medicine and Surgery” in lingua inglese si aggiungono ai 9 percorsi formativi già attivi in Ateneo. Le iscrizioni alle prove di ammissione sono già aperte. I posti a disposizione per l’anno accademico 2019/2020 sono 65 per il primo corso e 60 per il secondo (di cui 20 extra Ue). L’Università “da 20 anni si occupa di formare esperti in Scienze degli alimenti e della nutrizione”, ricorda Laura De Gara, presidente del relativo del corso di laurea. A livello internazionale la figura del food technologist è presente e prevista dall’offerta di altre università; particolarità del corso del Campus Biomedico, “la forte contaminazione con l’area ingegneristica, l’attenzione verso gli aspetti normativi ed economici” e “le competenze nutrizionali”.  I due nuovi corsi di laurea sono “particolarmente attuali per la formazione dei giovani”, commenta il rettore del Campus, Raffaele Calabrò. “Oggi – prosegue – il laureato in medicina deve avere esperienze all’estero e conoscere la medicina negli altri Paesi”. Ma Medicine and Surgery non è solo medicina in lingua inglese, “vuole avvicinare le materie cliniche a quelle di base, mettendo in relazione gli studenti con i pazienti sin dal primo anno”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo