Eruzione a Stromboli: morto un escursionista. Tutte le Eolie in stato di allerta

La Prefettura di Messina ha reso noto che un escursionista, che si sarebbe avventurato nella zona sommitale in compagnia di un amico e senza l’ausilio di guide, è morto in seguito alle esplosioni che si sono registrate nel cratere del vulcano di Stromboli. Ci sarebbe anche un altro ferito. Ad operare sul luogo sono i vigili del fuoco di Lipari, che hanno raggiunto l’isola grazie all’ausilio della Capitaneria di Porto. Nonostante il gran fumo, un elicottero dei pompieri ha operato per il salvataggio di due escursionisti bloccati e in difficoltà. È arrivato in soccorso da Salerno.
Sebbene la protezione civile regionale siciliana abbia fatto sapere che non è necessario evacuare l’isola, molti turisti hanno deciso di ripartire dopo che i traghetti e tutte le imbarcazioni sono rientrate in porto. La stessa ha disposto lo stazionamento alla fonda di una nave militare e di una nave privata per far fronte ad una eventuale emergenza. Tutte le Eolie, intanto, sono in stato di allerta. Sono, ad esempio, state fatte evacuare le spiagge dell’isola di Salina e “si raccomanda di non accedervi”, sebbene il sindaco Domenico Arabia abbia fatto sapere che “non c’è pericolo per onde anomale o tsunami” e che l’indicazione è solo “in via precauzionale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori