Cultura: Dolomiti, una mostra su “Il romanzo di una valle”

L’estate culturale delle Dolomiti quest’anno è anche letteraria grazie alla mostra che Val di Zoldo (Belluno) dedica, dal 27 luglio al 31 agosto, al caso editoriale di “Marco e Mattio” di Sebastiano Vassalli sotto il titolo “Il romanzo di una valle”. L’opera dello scrittore premio Strega 1990 con “La chimera” e poi candidato anche al premio Nobel nell’anno della sua scomparsa, il 2015, è al centro di una mostra, a cura di Roberto Cicala e Valentina Giusti, che ricostruisce la genesi dell’opera attraverso carte preparatorie, appunti e corrispondenza inedita, illuminando i rapporti di Vassalli con la valle e con Venezia, luoghi in cui l’autore ambienta il libro. La mostra “Il romanzo di una valle” sarà inaugurata sabato 27 luglio, alle 19.30 a Forno, nel Municipio e resterà aperta fino al 31 agosto con orario 9-19. L’inaugurazione è preceduta, alle 17, a Dont, nella Sala Cinema, dal convegno “Un libro e una valle. Nuova luce su Marco e Mattio”, con Giuseppe Polimeni (Università degli Studi di Milano), Roberto Cicala e Andrea Kerbaker (Università Cattolica di Milano), Valentina Giusti (Centro Novarese di Studi Letterari), Angelo Santin, Paola Todeschino Vassalli, con introduzione di Camillo De Pellegrin, sindaco di Val di Zoldo. Infine, alle 21, a Forno, sul sagrato della chiesa di San Francesco, in programma il reading musicale “Le stelle di Zoldo”, con letture da “Marco e Mattio di Lina Beltrame e Bianca Doriguzzi della Compagnia teatrale “Le Bretelle Lasche”, con interventi musicali al clarinetto del Quartetto Barance. La mostra sarà esposta poi a Longarone, dal 6 al 29 settembre; a Belluno, dal 5 ottobre al 3 novembre 2019; a Venezia, Isola di San Servolo, dal 15 marzo al 10 aprile 2020. L’iniziativa si realizza con la collaborazione del Laboratorio di editoria dell’Università Cattolica, del Centro Novarese di Studi Letterari e di Educatt.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo