Fumetti: Cartoon Club, assegnati i premi “Fossati” e “Fede a strisce”

“Come è bella l’avventura” di Mino Milani, curato da Giovanni Giovannetti e Luisa Voltan (editore Effigie), ha vinto il Premio Fossati 2019. Un riconoscimento, assegnatogli a Rimini, “per l’originalità del tipo di approccio critico, al tempo stesso serio nei contenuti ma anche popolare nella forma”. Un’autobiografia per immagini di uno dei più importanti narratori d’avventura del Novecento. Il Premio Franco Fossati, dedicato ai fumetti di storia, critica e saggistica, è stato istituito nel 1997 da Cartoon Club in collaborazione con la Fondazione Fossati, in memoria dell’autorevole storico e critico del fumetto prematuramente scomparso nel 1996. Prima classificata per il Premio “Fede a strisce”, invece, la scrittrice svedese Astrid per “La conversione di San Francesco”. “Astrid tratteggia i prodromi della storia di Francesco – si legge nella motivazione – con abilità grafica e narrativa, che permette di avvicinare il lettore con delicatezza e curiosità a un’avventura umana fuori dal comune, introducendolo alla possibile comprensione dell’interiorità”. Il Premio “Fede a strisce” viene assegnato alle opere che meglio hanno saputo comunicare attraverso il fumetto i valori religiosi. La giuria è composta di critici, autori, giornalisti e operatori del settore. Infine, nella cornice di un gremito cinema Fulgor, è stato assegnato il Premio alla carriera a Marcello Toninelli, “per i 50 anni vissuti nel e per il fumetto”. Toninelli è conosciuto soprattutto per “Dante by Marcello”, pubblicato per la prima volta nel 1969 sulla rivista “Off Side”, che ospitava anche le Sturmtruppen di Bonvi. Una rilettura umoristica a strisce della Divina Commedia che nel tempo ha raggiunto le 15.000 copie vendute. Per Toninelli anche esperienze come disegnatore, sceneggiatore, redattore ed editore, in Rai, Mondadori, Bonelli e Star Comics.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa