Donazioni di sangue: Frates e Ordine avvocati di Bari, una due giorni di sensibilizzazione contro la riduzione delle scorte in estate

Per far fronte alla crisi delle scorte di sangue, il gruppo Fratres della provincia di Bari e l’Ordine degli avvocati di Bari hanno organizzato due giorni per educare e sensibilizzare la popolazione sulla donazione del sangue. Il 25 e il 26 luglio, infatti, nel centro emotrasfusionale dell’ospedale Di Venere, nel capoluogo pugliese, gli avvocati saranno in prima linea per donare il sangue e richiamare i cittadini baresi e non solo ad una necessità che si fa grave nel periodo estivo. “Donare sangue è importantissimo perché senza donazione non si salvano tante vite umane. D’estate in maniera particolare si crea però una crisi nella donazione, non perché i donatori vanno in ferie o per mancanza di volontà ma per una questione di salute, a causa dei più frequenti cali di pressione, e per uno stile di vita che è più aperto a diverse attività”. A spiegarlo è stato Giacinto Giorgio, presidente del Consiglio provinciale Fratres di Bari, in occasione della presentazione, stamattina, dell’iniziativa al comune di Bari, partner della due giorni. “Bisogna tenere le scorte pronte per ogni necessità – ha aggiunto – per questo serve diffondere e sensibilizzare il territorio. Innanzitutto, relazionandoci con lavoratori e studenti”. Giorgio ha voluto poi sottolineare la gratuità del gesto che “significa essere utili agli altri ma anche a se stessi – ha concluso -. Perché attraverso la donazione si possono effettuare gratuitamente analisi mediche di base. Donare diventa allora quasi un patrimonio culturale della società, una gratuità di un gesto che porta via poco tempo, offre un risparmio alla spesa sanitaria e diventa di importanza vitale per tante persone”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa