Regno Unito: Boris Johnson eletto leader dei conservatori. Barnier (Ue), in attesa di “lavorare costruttivamente” per “raggiungere una Brexit regolamentata”

(Bruxelles) In attesa di “poter lavorare costruttivamente con il primo ministro Boris Johnson appena entrerà in carica”: così si dichiara Michel Barnier, capo negoziatore della Commissione europea per la Brexit. Barnier ribadisce la propria volontà di “facilitare la ratifica dell’accordo sul ritiro e raggiungere una Brexit regolamentata”. “Siamo pronti anche – afferma Barnier – a rivedere la Dichiarazione concordata su una nuova partnership, secondo quanto indicato dalle linee guida del Consiglio europeo”. Intanto Guy Verhofstadt, che guida il gruppo del Parlamento europeo sulla Brexit, ha annunciato che domani si terrà una riunione straordinaria con Michel Barnier, per “rispondere all’elezione di Boris Johnson” e “cercare di difendere l’interesse di tutti gli europei”. “Una Brexit senza accordo sarebbe una tragedia per tutte le parti, non solo per il Regno Unito. Soffriremmo tutti”: ha ribadito il vicepresidente della Commissione Frans Timmermans, rispondendo stamane ad alcune domande dei giornalisti a Bruxelles, in una conferenza stampa prima ancora che Boris Johnson fosse eletto leader dei Tory. “Non penso che quando i britannici hanno votato per la Brexit – il pensiero di Timmermans – intendessero votare per un no-deal Brexit. C’è una forte volontà nella società inglese di venirne fuori in un modo ragionevole e il modo è l’accordo raggiunto con l’Ue”. A un giornalista che ha chiesto come verrà portato avanti il confronto con un leader così pittoresco, Timmermans ha risposto: “Il panorama politico mondiale in questo periodo è pieno di persone pittoresche. Il mio suggerimento è restare fedeli alle posizioni e chiari”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo