Fame nel mondo: p. de la Iglesia Viguiristi, “colpisce 821 milioni di persone”. “Comprenderne dimensione etica e agire secondo principi dottrina sociale della Chiesa”

L’’umanità ha potuto accrescere la produzione alimentare in misura sufficiente per far fronte al grande aumento della popolazione mondiale, eppure oggi una buona parte di questa umanità è malnutrita e all’orizzon­te si scorgono serie minacce alla sicurezza e all’approvvigionamento di cibo. Nello scorso novembre una bimba di sette anni, Amal Hussain, è morta vittima della fame che attanaglia il suo Paese, lo Yemen mentre il report “Lo stato della sicurezza alimentare e della nu­trizione nel mondo” rivela che il numero delle persone che soffrono la fame sul pianeta continua ad aumentare: nel 2017 ha toccato gli 821 milioni: insomma negli ultimi tre anni la fame è cresciuta, tornando ai livelli di 10 anni fa. Eppure nel mondo il cibo sarebbe sufficiente per tut­ti. Ad affrontare il tema è p. Fernando de la Iglesia Viguiristi dalle colonne dell’ultimo numero de “La Civiltà Cattolica” in uscita sabato 20 luglio. Secondo l’autore, c’è un accesso disuguale al cibo mentre “le carestie sono anche il prodotto del comportamento umano: ci sono errori politici, ci sono guerre”. “Ogni conflitto – sostiene – provoca di per sé una riduzione e, non di rado, la penuria di alimenti. Le guerre si portano dietro la fame”; inoltre, “da sempre privare il nemico della possibilità di approvvigionarsi è stata una strategia bellica. Impedire che si alimenti equivale a sconfiggerlo. A questo scopo si possono distruggere i raccolti, i magazzini, gli armenti, avvelenare i pozzi. Si possono bombardare le code dei civili per il pane, come è avvenuto di recente in Siria. Si può impedire l’accesso agli aiuti umanitari, come è avvenuto nello Yemen”. Per padre de la Iglesia Viguiristi, se si vogliono trovare soluzioni durature al problema della fame e della malnutrizione nel mondo “è indispensabile comprendere bene la natura etica di ciò che è in gioco. A tale riguardo, i princìpi dell’insegnamento sociale della Chiesa costituiscono una guida preziosa per l’azione degli uomini”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo