Diocesi: Senigallia, le opere del Barocci e dei suoi allievi in mostra alla Pinacoteca

“Barocci e Barocceschi. Un itinerario”. È il titolo dell’esposizione, allestita alla Pinacoteca diocesana di Senigallia, che presenta per l’estate 2019 una riflessione sul maestro urbinate. Non una rassegna antologica della sua opera, ma la presentazione di un breve percorso: un itinerario fra le tante letture possibili dell’opera del Barocci, ma anche un “itinerario” – geograficamente inteso – nella città e nel territorio diocesano, dove – dalla Valle del Cesano a quella dell’Esino – la fortuna del Barocci ha costellato altari di collegiate e preziose chiese di confraternite e conventi. “Tante le sue opere presenti nella stessa Senigallia – segnala una nota della diocesi –; primo fra tutti il prezioso e stupendo contenitore dato dalla chiesa della Croce, quel sunto di architettura che ospita uno dei capolavori assoluti di Federico Barocci, ovvero il ‘Trasporto di Cristo al sepolcro’. A pochi passi dalla Pinacoteca diocesana, la chiesa della Maddalena ospita ben due ignoti barocceschi, cioè la Madonna delle Misericordia con San Paolino e Santa Maria Maddalena, seicentesca come la Immacolata Concezione”. A ingresso gratuito, “Barocci e Barocceschi. Un itinerario” è aperta in Pinacoteca dal mercoledì alla domenica, in tre fasce orarie: mattino-pomeriggio-sera, dalle 9 alle 12, dalle 16 alle 19, dalle 21 alle 24. Inoltre, tutti i giovedì sino al 31 agosto sarà possibile partecipare a una visita guidata gratuita a mostra e pinacoteca, con inizio alle 21.30. La visita è in lingua italiana e la partenza è dalla Sala del Trono della Pinacoteca stessa.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa