Sfruttamento: a Bari gruppo di braccianti stranieri occupa Basilica di San Nicola, “siamo senza dignità e diritti”

“Siamo entrati in questo istante nella Basilica San Nicola di Bari con un gruppo di braccianti sfruttati e costretti a vivere in condizioni disumane nelle campagne di Foggia e Borgo Mezzanone con paga da fame”. Lo dice Aboubakar Soumahoro, italo-ivoriano dirigente dell’Usb, l’Unione sindacale di base, in un video pubblicato un’ora fa sulla sua pagina Facebook. “Papa Francesco dice che il lavoro conferisce dignità all’uomo, però quello dei braccianti è un lavoro privo di dignità e diritti – afferma Souhamoro -. Chiediamo un confronto con l’arcivescovo mons. Francesco Cacucci perché la Regione Puglia e il governo latitano in totale indifferenza”.

Siamo entrati in questo istante nella Basilica San Nicola di Bari con un gruppo di braccianti sfruttati e costretti a vivere in condizioni disumane nelle campagne di Foggia e Borgo Mezzanone con paga da fame. Papa Francesco dice che il lavoro conferisce dignità all'uomo, però quello dei braccianti è un lavoro privo di dignità e diritti. Chiediamo un confronto con l'arcivescovo Mons. Francesco Cacucci perché la Regione Puglia e il governo latitano in totale indifferenza.#primaglisfruttati

Pubblicato da Aboubakar Soumahoro su Martedì 16 luglio 2019

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa