Papa Francesco: veglia di Pentecoste, “Chiesa sia madre dal cuore aperto per tutti”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

“Lo Spirito Santo sgorga dal grembo di misericordia di Gesù Risorto, riempie il nostro grembo di una ‘misura buona, pigiata, colma e traboccante’ di misericordia e ci trasforma in Chiesa-grembo di misericordia, cioè in una ‘madre dal cuore aperto’ per tutti”. Lo ha detto Papa Francesco nell’omelia della messa vespertina alla vigilia della Pentecoste, celebrata oggi pomeriggio, sul sagrato della Basilica Vaticana. L’auspicio pronunciato dal pontefice è che “la gente che abita a Roma riconoscesse la Chiesa, ci riconoscesse per questo di più di misericordia, per questo di più di umanità e di tenerezza, di cui c’è tanto bisogno”. La conseguenza indicata è che “si sentirebbe come a casa, la ‘casa materna’ dove si è sempre benvenuti e dove si può sempre ritornare”. “Si sentirebbe sempre accolta, ascoltata, ben interpretata, aiutata a fare un passo avanti nella direzione del regno di Dio… Come sa fare una madre, anche con i figli diventati ormai grandi”. Il Papa ha messo in guardia dai “progetti umani fatti al servizio di un ‘io’ sempre più grande, verso un cielo dove non c’è più spazio per Dio”. “Dio ci lascia fare per un po’, in modo da farci sperimentare fino a che punto di male e di tristezza siamo capaci di arrivare senza di Lui – ha osservato -. Ma lo Spirito del Cristo, Signore della storia, non vede l’ora di buttare all’aria tutto, per farci ricominciare!”. Segnalando che “siamo sempre un po’ ‘stretti’ di sguardo e di cuore” e che “lasciati a noi stessi finiamo per perdere l’orizzonte”, Francesco ha evidenziato che “arriviamo a convincerci di aver compreso tutto, di aver preso in considerazione tutte le variabili, di aver previsto cosa accadrà e come accadrà”. Ma “sono tutte costruzioni nostre che si illudono di toccare il cielo. Invece lo Spirito irrompe nel mondo dall’alto, dal grembo di Dio, lì dove il Figlio è stato generato, e fa nuove tutte le cose”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori