Papa Francesco: a partecipanti incontro Charis, “nuovo e unico servizio di comunione, staccarsi dall’unità tentazione del diavolo”

Un “nuovo e unico servizio di comunione”. Così Papa Francesco stamani durante l’udienza, nell’Aula Paolo VI, con i partecipanti all’incontro promosso dal Catholic Charismatic Renewal International Service (Charis). Segnalando che “in questa solennità di Pentecoste comincia una nuova tappa nel cammino iniziato dal Rinnovamento Carismatico 52 anni fa”, il pontefice lo ha considerato con le parole di san Paolo VI “un’opportunità per la Chiesa”. Una tappa “segnata dalla comunione tra tutti i membri della famiglia carismatica, in cui si manifesta la presenza potente dello Spirito Santo per il bene di tutta la Chiesa; in cui questa presenza rende uguale ciascuno, perché tutti e ciascuno sono nati dal medesimo Spirito”. Dal Papa l’incoraggiamento ad andare “verso l’unità e questa è la strada dello Spirito”. “Il nuovo può destabilizzare – ha evidenziato Francesco -. C’è all’inizio una sensazione di insicurezza circa i cambiamenti che il nuovo può portare. Talvolta uno preferisce rimanere nel proprio e si stacca dall’unità. Questa – ha ammonito – è una tentazione del diavolo”. Il timore per il nuovo è considerato dal pontefice “umano”, ma “non è il caso delle persone spirituali”. “Le novità di Dio sono sempre di benedizione, perché procedono dal suo cuore amoroso”, ha aggiunto il Papa, che ha messo in guardia dalla tentazione di dire: “Stiamo bene come stiamo, le cose vanno bene, perché cambiare? Lasciamole così come stanno”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori