Aperti al Mab: Agrigento, cattedrale illuminata con 100 candele fino a mezzanotte

Cattedrale di Agrigento illuminata soltanto dalla luce di 100 candele e gremita fino alla mezzanotte. È quanto si è verificato ieri sera, in occasione della “Lunga notte della cattedrale” inserita nelle iniziative di Museo, biblioteca, archivio aperti. “Sia la luce e la luce fu”, con i primi versetti del libro della Genesi è stata aperta la nottata. Silenzio, Parola di Dio, la musica del violoncello, il sottofondo dell’organo della cattedrale durante la serata. A fare da corona all’iniziativa, la proiezione degli affreschi medievali, “strappati” negli anni cinquanta del secolo scorso e custoditi al museo diocesano, sulle lunette dove erano fissati. L’arcivescovo di Agrigento, il card. Francesco Montenegro, dando il saluto ai presenti ha ringraziato per avere accolto l’invito e ha richiamato al valore della luce tenue e del silenzio: “Ci permettono di sentire la presenza di Dio”. “Non ci aspettavamo una presenza così qualificata, adulti, giovani, bambini, intere famiglie sono venuti per visitare un luogo – afferma don Giuseppe Pontillo, parroco della cattedrale e direttore dell’Ufficio Beni culturali della Curia – e invece hanno fatto esperienza di una presenza. Stiamo lavorando ad una calendario per le serate estive perché la Cattedrale diventi luogo di vita per tutti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori