Pellegrinaggio a piedi Macerata-Loreto: Unitalsi, i volontari impegnati nell’accompagnamento di malati e disabili

Anche quest’anno, per la 41ª edizione del pellegrinaggio a piedi Macerata-Loreto che si svolgerà domani, sabato 8 giugno, l’Unitalsi si occuperà dell’accoglienza e della partecipazione delle persone ammalate e con disabilità.
Il pellegrinaggio partirà dallo stadio Helvia Recina di Macerata (via dei Velini 26), dove alle ore 20, arriverà la fiaccola benedetta da Papa Francesco e verrà celebrata la Messa dall’arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, card. Gualtiero Bassetti. Al termine della celebrazione i partecipanti inizieranno il percorso di 28 chilometri che li porterà fino alla basilica della Santa Casa di Loreto. Ad aprire il corteo saranno proprio le oltre 200 persone dell’Unitalsi, tra volontari e disabili.
“Sono più di 20 anni – dichiara Massimo Graciotti, presidente dell’Unitalsi delle Marche – che la nostra associazione è impegnata nel servizio alle persone ammalate e con disabilità, che vogliono prendere parte a questa importante manifestazione. Ciò è possibile grazie all’amore e alla passione di tanti volontari che oltre a gestire la parte organizzativa accompagnano per il percorso le persone che hanno difficoltà a muoversi, tra canti, preghiere, momenti di silenzio e riflessione”.
“Si tratta – aggiunge Graciotti – di un’esperienza che ogni anno arricchisce ognuno dei partecipanti e che fa nascere legami importanti tra i volontari e le persone con difficoltà che accompagniamo. È una tappa fondamentale del nostro cammino associativo, che vivrà un altro importantissimo momento nel mese di luglio, quando dal 14 al 19 i nostri soci prenderanno parte al nostro tradizionale pellegrinaggio a Lourdes”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa