Vescovi Abruzzo e Molise: consegnato ai vertici politici abruzzesi un decalogo per “La buona politica al servizio della pace”

Un decalogo per fissare i criteri de “La buona politica al servizio della pace”. È quanto i vescovi di Abruzzo e Molise hanno consegnato questa mattina – durante il loro consueto incontro a Chieti – al presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio e al presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri. Dieci “sì”, che i vescovi hanno posto come pilastri della vita pubblica, a partire dal messaggio di Papa Francesco per la Giornata mondiale della pace 2019. “Sì” al rispetto della dignità di ogni persona umana, alla solidarietà verso i più deboli, all’accoglienza “verso chi bussa alle nostre porte, fuggendo spesso da fame o violenza alla ricerca di un futuro migliore per sé e per i propri cari, rifiutando ogni logica di esclusione, come ogni esasperato atteggiamento identitario”. E ancora, “sì” ad “accompagnare i giovani, fra cui si diffonde la paura del futuro data l’insicurezza delle possibilità che si aprono per loro”, “sì” ad ogni sforzo per creare e mantenere il lavoro, ad “intervenire in rapporto alle situazioni di emergenza del post-terremoto”, ad una sanità pubblica che tenga conto dei bisogni della gente sul territorio, all’attenzione verso la tutela dell’ambiente e allo sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili. E, per finire, un “sì ad un’Europa rispettosa dei valori morali e spirituali che l’hanno generata, da quelli propri della cultura classica greco-latina, a quelli della tradizione ebraico-cristiana, che ne ha profondamente plasmato l’anima e la storia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa