Mercato immobiliare: Nomisma, nell’anno 2,5 milioni di famiglie vogliono acquistare casa. Importante il ricorso alle banche, in aumento gli affitti

Nel 2018 il mercato immobiliare in Italia è arrivato ad un valore di 94,3 miliardi di euro (+5,1 rispetto alla rilevazione precedente). Lo ha stimato Nomisma nel 12° Rapporto sulla Finanza Immobiliare 2019 presentato oggi in occasione di RE Italy 2019. Per quanto riguarda le previsioni, sempre Nomisma conferma un “accresciuto attendismo delle famiglie italiane rispetto alla casa; non aiutano, in questo, gli scenari politici ed economici internazionali e le incertezze legate al futuro”. Per i prossimi mesi quindi Nomisma prevede che le famiglie in cerca di un’abitazione intenzionate ad attivarsi da qui a un anno per l’acquisto di una casa siano quasi 2,5 milioni, per un mercato potenziale quantificabile in 404,2 miliardi di euro.
Alla base degli acquisti non solo la ricerca di una “prima casa in proprietà” ma anche la volontà di effettuare un investimento (13,9% delle intenzioni di acquisto). Per quanto riguarda i profili – dice sempre Nomisma –, “le famiglie che hanno intenzione di acquistare un’abitazione sono perlopiù giovani, desiderose di migliorare la propria condizione abitativa. Si tratta in prevalenza di nuclei con figli, caratterizzati da una capacità di risparmio uguale e maggiore rispetto all’anno precedente, che possono contare su più percettori di reddito e su un livello di istruzione medio-alto”.
La finanza – fa rilevare infine il Rapporto Nomisma – “rappresenta per il settore immobiliare un elemento imprescindibile. Nel 2019, il 47,6% delle famiglie che intendono acquistare un’abitazione nei prossimi 12 mesi prevede di ricorrere di sicuro al canale bancario”. Ma dall’indagine emerge che negli ultimi 12 mesi sono state circa 157mila le famiglie che hanno fatto una richiesta di mutuo ipotecario senza ottenerlo a causa di una condizione economica non soddisfacente. Contestualmente è aumentata la percentuale delle famiglie che hanno recuperato i pagamenti insoluti.
Il mercato delle ristrutturazioni edilizie, invece, ha coinvolto nell’ultimo anno 3,9 milioni di famiglie, di cui il 38% ha dichiarato di aver effettuato interventi presso singole abitazioni, mentre il 40,3% ha coinvolto condomini con 5 appartamenti e più.
Sul fronte degli affitti, infine, il valore totale di mercato generato si attesta nell’ordine di 7,78 miliardi di euro, in aumento dell’1,6% rispetto all’anno precedente.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa