Festa della Repubblica: Di Segni (Ucei), “festa di orgoglio, fratellanza, unità”

“Il 2 giugno è la celebrazione di scelte storiche che hanno cambiato corso all’Italia voltando pagina rispetto a un passato ignobile che molti danni ha prodotto e affermazione di valori profondi che vanno difesi con ogni forza e con la massima consapevolezza”. Lo dichiara in una nota la presidente dell’Unione delle comunità ebraiche italiane, Noemi Di Segni, in occasione delle celebrazioni del 2 giugno. Indicando quella del 2 giugno come una “festa di orgoglio, fratellanza, unità”, il presidente dell’Ucei invita a “proseguire lungo un percorso caratterizzato da molte conquiste civili e sociali che non possono essere messe in discussione”. “Difendiamola quindi questa nostra straordinaria Italia pacifica e democratica – è il suo tributo -, Paese fondatore di un’Europa unita che è casa comune di popoli un tempo ostili e oggi affratellati nel segno della più grande intuizione politica di un secolo segnato, nella sua prima parte, dalle più atroci barbarie e violenze”. Dal presidente dell’Ucei l’impegno a nome degli ebrei d’Italia. “È la nostra patria nella quale abbiamo per generazioni e generazioni cresciuto i nostri figli trasmettendo loro senso di appartenenza e speranza, contribuendo allo sviluppo e credendo in questo lungo percorso. Serve il massimo impegno da parte di tutti nei piccoli e grandi momenti della vita personale ed istituzionale di ciascuno di noi. Gli ebrei italiani, come sempre, faranno la loro parte”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia