Vescovi Emilia-Romagna: “vicinanza e solidarietà a mons. Francesco Cavina”. Un “pensiero di accompagnamento a mons. Erio Castellucci”

La Conferenza episcopale dell’Emilia-Romagna esprime “vicinanza e solidarietà a mons. Francesco Cavina a seguito delle sue dimissioni da vescovo di Carpi”. Contestualmente, “nella preghiera i vescovi rivolgono altresì un pensiero di vicinanza e di accompagnamento a mons. Erio Castellucci, arcivescovo di Modena-Nonantola, nominato da Papa Francesco amministratore apostolico della diocesi di Carpi”. Lo si legge in una nota della Conferenza episcopale dell’Emilia-Romagna, i cui membri si sono riuniti in questi giorni a Marola, nell’appennino reggiano, per gli annuali esercizi spirituali. I vescovi “ricordano nella preghiera quanto mons. Cavina ha fatto, rivolgendogli un ringraziamento per l’impegno profuso nei sette anni di ministero nella diocesi di Carpi”. I presuli dell’Emilia-Romagna si dicono “profondamente colpiti dalle parole espresse da mons. Cavina”, che ieri nel messaggio a sacerdoti, religiosi e fedeli della diocesi carpigiana ha spiegato la personale sofferenza per i recenti fatti di cronaca che lo hanno coinvolto. I confratelli vescovi, prosegue la nota, “ricordano l’intensa opera pastorale svolta da mons. Cavina nella sua comunità, l’impegno per la ricostruzione post-terremoto e la riapertura della cattedrale, la particolare sollecitudine dimostrata anche in occasione delle visite di Papa Benedetto XVI e di Papa Francesco”. “Dinanzi alla decisione di mons. Cavina, la Conferenza episcopale emiliano-romagnola si stringe attorno a lui nella certezza che il suo servizio alla Chiesa continuerà ad offrire buoni frutti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo