Sea-Watch 3: Linardi (portavoce), “siamo al confine tra umanità e disumanità. Le persone non ce la fanno più”

“La nave resta bloccata, fuori dalle acque territoriali. E sta tracciando con la sua rotta il confine tra umanità e disumanità. Ci sono 42 persone a bordo della nave che si chiedono quando potranno scendere; non ce la fanno più e il comandante sente forte la responsabilità sulla loro vita e anche l’equipaggio è stremato”. Lo dice Giorgia Linardi, portavoce di Sea-Watch Italia, in una video intervista pubblicata dal settimanale dell’arcidiocesi di Agrigento “L’amico del popolo”. “Accogliamo con grandissimo piacere l’iniziativa delle persone che a Lampedusa da giorni dormono sul sagrato della Chiesa – commenta Linardi dal sagrato della parrocchia di San Gerlando -. Di tutte le parole e di tutti i tweet questo è stato l’atto che veramente è arrivato alla nave e che li ha fatti sentire più vicini quando nella notte da lontano vedono le luci di Lampedusa e sanno che siamo qui vicini a loro”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo