Polonia: Opera Don Orione, celebrati i funerali di don Michal Los. Don Fornerod, “ha evangelizzato dal suo letto di ospedale tutto il mondo”

Lo scorso 22 giugno a Dąbrówki in Polonia sono stati celebrati i funerali di don Michał Łos, presieduti da mons. Leszek Leszkiewicz, vescovo ausiliare di Tarnow. Erano presenti la sua famiglia, oltre 55 sacerdoti e centinaia di fedeli. Don Michał Łos è stato poi seppellito nel cimitero parrocchiale di Dąbrówki Breńskich. Lo rende noto oggi un comunicato dell’Opera Don Orione.
Don Michał Łos è morto il 17 giugno nell’ospedale militare di Varsavia. La diagnosi della sua malattia e la prognosi sfavorevole fu chiara sin da Pasqua. Aveva un grande desiderio di diventare sacerdote: grazie a una speciale dispensa di Papa Francesco, Michał ha potuto emettere i voti perpetui a un ritmo accelerato, per essere ordinato diaconato e presbitero. È stato sacerdote per 24 giorni ed ha celebrato cinque messe.
“Vorrei ringraziare il Signore per questo meraviglioso atto silenzioso di amore, che in mezzo alle tempeste e le difficoltà che attraversiamo, è il segno della presenza umile di Dio”: don Fernando Fornerod, consigliere generale dell’Opera Don Orione, in un saluto a nome di tutta la Congregazione, ha fatto sue le parole di uno dei tanti messaggi arrivati da tutto il mondo”. “Un’immagine – ha aggiunto – che ha raccontato, più di mille parole, una testimonianza di grande fede. E che tutti così l’hanno interpretata, al punto che a don Michał non era stata affidata nessuna comunità parrocchiale, ma tanti lo hanno adottato come loro sacerdote e pastore”.
“La sua storia – ha precisato – ha fatto rapidamente il giro del mondo, perché don Michał ha saputo parlare dal cuore a tanti altri cuori. Sì, siamo certi: Michał ha evangelizzato dal suo letto di ospedale tutto il mondo, vivendo la sua malattia in unità con il Signore”.
«La sua testimonianza di fede e di amore per Gesù e le anime – ha concluso – senza dubbi può essere considerata veramente eroica, come quella che solo i santi hanno saputo testimoniare, per spingerci a vivere sempre in comunione con il Signore».
Anche suor Maria Mabel Spagnuolo, superiora generale delle Piccole Suore Missionarie della Carità ha inviato un suo messaggio al direttore provinciale orionino, don Kristoforo Miś, in occasione dell’esequie del religioso orionino: “Don Michał è stato quel ‘seme di frumento’ che muore per avere e dare vita. La sua morte è piena di vita e di risurrezione, la sua morte è piena di luce e di speranza. Mentre vogliamo essere vicine oggi, spiritualmente, a tutti voi, e anche alla famiglia di Michał, ci uniamo alle preghiere di suffragio ma anche al ringraziamento a Dio per ciò che è stata la sua vita, breve ma feconda, come fedele figlio di Don Orione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo