Diocesi: Termoli-Larino, assemblea diocesana del clero per programmare le attività pastorali

Si è svolta dal 17 al 20 giugno, nella casa di formazione diocesana “S. Giovanni XXII” di Larino, l’assemblea annuale del presbiterio. Un appuntamento – come sottolinea oggi la diocesi in un comunicato – per verificare il verificare il cammino pastorale trascorso e programmare il futuro. Insieme al vescovo di Termoli-Larino, mons. Gianfranco De Luca, è stata posta particolarmente attenzione all’evoluzione socioculturale del territorio, per comprenderne le dinamiche, i mutamenti in atto, le contraddizioni, i motivi di speranza e le sollecitazioni che spingono le comunità parrocchiali ad un costante aggiornamento. Ad accompagnare nella riflessione il clero diocesano è stato don Armando Matteo, docente di Teologia presso la Pontificia Università Urbaniana di Roma, particolarmente esperto di queste tematiche di grande attualità. Si è presa consapevolezza dell’urgenza di un cambio di passo e di mentalità che spinga verso quell’evangelizzazione nuova auspicata da anni dalla Chiesa. Il territorio diocesano – è emerso nel corso degli incontri – pur conservando positivi caratteri di una religiosità tradizionale popolare molto diffusa e partecipata, risente degli influssi dell’attuale cultura contemporanea, che spesso teorizza l’assenza di Dio o la sua irrilevanza, emarginando la fede e riducendola a questione privata e soggettiva, quasi espulsa dal contesto pubblico. Quella svoltasi nei giorni scorsi a Larino è la prima tappa di un percorso di riflessione sinodale, che proseguirà nelle prossime assemblee diocesane con il coinvolgimento dei laici impegnati nelle varie attività pastorali in parrocchia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo