Diocesi: Melfi, un telegramma a Papa Francesco per esprimere “vicinanza filiale e gratitudine per sua testimonianza di vita e insegnamento”

“Santità, la Chiesa locale di Melfi-Rapolla-Venosa, guidata dal suo pastore mons. Ciro Fanelli, concludendo nei primi vespri della solennità del Corpus Domini l’Assemblea diocesana sul tema ‘Ministerialità e comunione per una Chiesa in uscita’, ha espresso adesione a Sua Santità, vicinanza filiale, ammirata, affettuosa e gratitudine per la sua testimonianza di vita, il suo insegnamento evangelicamente coraggioso che ci spinge ad essere Chiesa conciliare, missionaria e povera, che guarda soprattutto alle periferie esistenziali. Una Chiesa ‘in uscita’. Una Chiesa in cammino, incarnata nella storia proprio perché la fede cristiana è una fede in cammino, una fede storica. Grazie, Santità, noi siamo con lei”. È il testo del telegramma di adesione alla persona e all’insegnamento di Papa Francesco, inviato al Santo Padre dal vescovo Fanelli a nome della Chiesa di Melfi-Rapolla-Venosa. ne informa un comunicato diffuso oggi dalla stessa diocesi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo