Diocesi: Assisi, stasera messa e processione per Corpus Domini. Sabato la Festa del voto

Stasera, alle 20.30, in occasione della solennità del Corpus Domini, i fedeli si ritroveranno nella cattedrale di San Rufino, dove verrà celebrata la s. messa cui seguirà la processione fino alla basilica superiore di S. Francesco. Quella di oggi non sarà l’unica festa che animerà la Chiesa di Assisi. Sabato prossimo, infatti, la città che ha dato i natali a S. Francesco vivrà la Festa del voto, che ricorda la salvezza di tutta la città, grazie alla preghiera d’intercessione di S. Chiara. Si narra, infatti, che nel 1241 i saraceni erano alle porte di Assisi e stavano assediando San Damiano quando S. Chiara prese l’ostensorio e lo espose alla finestra. Una luce accecante spaventò i saraceni, facendoli fuggire dal convento e da Assisi. Con questo appuntamento annuale gli abitanti della città serafica rivolgono, con singolare devozione verso S. Chiara, il loro ringraziamento per il miracolo ricevuto. Sabato mattina, alle 10, nella sala della Conciliazione, il vescovo di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino, mons. Domenico Sorrentino, parteciperà al convegno “Beni ‘sospesi’, nuova frontiera di fraternità e di inclusione”. Ai lavori prenderanno parte anche il sindaco di Assisi Stefania Proietti, il presidente dell’associazione Città per la fraternità Stefano Cardinali e Gennaro Iorio, direttore del Dipartimento di studi politici e sociali all’università di Salerno. Alle 20.30 è prevista la partenza del corteo religioso che da piazza San Rufino si unirà a quello civile in piazza del Comune dove sarà letta l’ordinanza del consiglio comunale, con cui il 26 maggio 1644 veniva istituita la “Festa del voto”; seguirà il saluto del sindaco. Alle 20.50, nella basilica di S. Chiara ci sarà il saluto delle sorelle clarisse con l’omaggio floreale del sindaco; alle 21.40 al santuario di San Damiano seguiranno l’offerta dei ceri da parte del primo cittadino, la celebrazione di compieta e benedizione eucaristica, l’esortazione del vescovo e il saluto del ministro provinciale dei Frati minori dell’Umbria.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori