Solidarietà: Antoniano Bologna, in campo per le persone fragili anche nei mesi di luglio e agosto

La mensa, il centro di ascolto e i laboratori migranti. Sono le attività messe in campo dall’Antoniano di Bologna per far fronte alle necessità delle persone fragili anche durante il mese di luglio e, in parte, in quello di agosto. “L’estate è un periodo difficile per queste persone: la maggior parte delle attività laboratoriali e associative vengono sospese e gli ospiti dei dormitori e dei centri d’accoglienza perdono i loro punti di riferimento quotidiani”, ha spiegato fra Giampaolo Cavalli, direttore dell’Antoniano. “Per tamponare questa situazione abbiamo deciso di estendere alcune nostre attività formative e di intrattenimento per non interrompere il supporto ai nostri ospiti” sperando – ha aggiunto fra Cavalli – “di aver anche un buon numero di volontari per aiutarci”.
Il servizio mensa, operativo tutti i giorni dell’anno, può contare anche sulla generosità di quanti a maggio hanno partecipato all’iniziativa solidale “Tutti a tavola” che ha garantito 1.500 pasti gratuiti alle persone in difficoltà. L’operatività del centro di ascolto è assicurata per luglio e gran parte di agosto, mentre i laboratori migranti – attivi dal 2015, organizzati in collaborazione con Arte Migrante e aperti gratuitamente a tutti i cittadini di Bologna – andranno avanti fino al 27 luglio con corsi di formazione (inglese, italiano, pc, orto), corsi legati allo svago (chitarra, musica, danza) e momenti di socializzazione (giochi di società e cineforum).
Per entrare come volontari nel mondo solidale dell’Antoniano, invece, si può inviare una mail all’indirizzo volontari@antoniano.it.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo