Giornate europee dello sviluppo: assegnato il Premio Natali. Mimica (Commissione Ue), “giornalismo che costringe ad agire”

(Bruxelles) “Riconoscendo l’importanza cruciale di un giornalismo indipendente, ben informato e affidabile” per quanto riguarda le questioni inerenti “lo sviluppo in tutto il mondo”, la Commissione europea ha conferito oggi a tre giornalisti il Premio Lorenzo Natali per i media 2019. Glenda Girón Castro, Sébastien Roux e Zoé Tabary sono stati scelti tra oltre 1.200 candidati. La cerimonia di premiazione si è svolta a Bruxelles durante la seconda giornata gli European Development Days 2019. Neven Mimica, commissario per la cooperazione e lo sviluppo internazionale, ha dichiarato: “Il premio Natali ricompensa il lavoro di giornalisti che vanno al di là dell’incessante afflusso di informazioni, prendendo il tempo necessario per ascoltare, esplorare e scoprire storie di sviluppo nel mondo intero”. Essi pongono “facce e storie sui fatti e sui numeri che sentiamo ogni giorno. Il loro lavoro è una finestra sulla vita e la realtà degli altri. Va oltre la semplice informazione: ci tocca e ci costringe ad agire. Assegnando questo premio oggi, rendiamo omaggio a tutti i giornalisti che denunciano le ingiustizie di questo mondo e lottano per superarle attraverso il potere della scrittura”. I vincitori delle tre categorie hanno affrontato i seguenti temi: l’impatto dell’Hiv sulle opportunità di lavoro in Salvador; la crisi climatica e la siccità in Mauritania e il ruolo delle donne; il modo in cui il giacinto d’acqua, una pianta invasiva, viene trasformato in “oro verde” nel Benin.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo