This content is available in English

Consiglio europeo: Tusk ai 28 leader, “sui top job interessi e opinioni diverse, ma volontà comune di decidere presto”

(Bruxelles) Non nasconde le difficoltà, pur mantenendo un “cauto ottimismo”. Donald Tusk, presidente del Consiglio europeo, invia la tradizionale lettera di invito ai 28 capi di Stato e di governo Ue in vista del summit del 20 e 21 giugno a Bruxelles. “Dopo le elezioni europee abbiamo deciso di provare a nominare entro giugno i nuovi leader delle istituzioni dell’Unione. Nelle ultime tre settimane – scrive – ho avuto serrate e regolari consultazioni con voi, nonché con il Parlamento europeo e i suoi leader politici” (nelle foto). “Tali consultazioni hanno dimostrato che vi sono opinioni diverse, interessi diversi, ma anche una volontà comune di finalizzare questo processo prima della sessione d’insediamento del Parlamento europeo”, che avverrà il 2 luglio a Strasburgo. “A tal fine, continuerò a consultarvi uno ad uno fino all’avvio del summit. Rimango cautamente ottimista. Spero che ce la possiamo fare giovedì”. Il Consiglio europeo inizierà domani alle 15 con il discorso del presidente del Parlamento europeo Tajani; saranno poi adottate “le conclusioni sul Quadro finanziario pluriennale, i cambiamenti climatici, la disinformazione e le minacce ibride nonché le relazioni esterne”. Tusk ha intenzione di far approvare, sempre in queste poche ore, l’Agenda strategica Ue 2019-2024. Venerdì Eurosummit e punto della situazione sul Brexit.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo