Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Ue, da oggi le Giornate dello sviluppo. Terremoto in Cina, sale il bilancio delle vittime

Cronaca/1: in corso 31 arresti nel Catanese. Associazione mafiosa, estorsioni, usura

Blitz della Guardia di finanza di Catania contro il clan mafioso Cintorino, legato alla cosca Cappello e attivo a Calatabiano e nel Messinese tra Giardini Naxos e Taormina. Militari delle Fiamme gialle stanno eseguendo un’ordinanza cautelare nei confronti di 31 indagati: 26 in carcere e 5 ai domiciliari. Tra i destinatari del provvedimento anche gli attuali reggenti del gruppo. I reati ipotizzati, a vario titolo, sono associazione mafiosa, estorsioni, usura trasferimento fraudolento di valori e narcotraffico. È in corso un sequestro di beni riconducibili al gruppo Cappello-Cintorino e alla famiglia Santapaola-Ercolano per un milione di euro: una società di noleggio di acquascooter, un bar e un lido balneare di Giardini Naxos e una ditta attiva nel settore dei lavori edili. Nella rete di attività economiche più redditizie del clan la Dda di Catania indica il business delle escursioni turistiche con barche da diporto nel tratto di mare antistante Isola Bella di Taormina.

Cronaca/2: ricostruzione Ponte Morandi, impresa vicina alla camorra. Due arresti

Gli amministratori della Tecnodem srl di Napoli, impresa impegnata nella ricostruzione del ponte Morandi, sono stati arrestati dalla Dia nell’ambito di un’inchiesta coordinata dalla Dda di Genova. L’ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal Gip nei confronti dell’amministratore di fatto e di una donna, considerata un prestanome. Dalle indagini è emerso che l’amministratore era contiguo a clan camorristici. La società era già stata esclusa dai lavori lo scorso maggio. La Tecnodem, segnala l’Ansa, aveva lavori in subappalto per centomila euro nell’ambito delle opere di demolizione del ponte, in corso in queste settimane. Ma le indagini degli uomini della Direzione investigativa antimafia, sulla base dei primi accertamenti di carattere amministrativo, avevano consentito agli inquirenti di emettere già maggio scorso una interdittiva a carico dell’azienda, che era così stata estromessa dai lavori. Oltre agli arresti, d’intesa con la Dda di Napoli, sono in corso una serie di perquisizioni e sequestri preventivi tra Genova e Napoli.

Politica: salario minimo a 9 euro “il più elevato tra i Paesi Ocse”. Dubbi dalle imprese

“L’analisi dell’impatto dell’incremento retributivo medio annuo stimato sugli aggregati economici delle imprese con dipendenti (circa 1,5 milioni) consente di evidenziare un aggravio di costo pari a circa 4,3 miliardi complessivi, che, se non trasferito sui prezzi, porterebbe a una compressione di circa l’1,2% del margine operativo lordo”. Così si è espresso il presidente dell’Istat, Gian Carlo Blangiardo, parlando degli effetti di un salario minimo a 9 euro lordi, in audizione alla Camera. Un salario orario minimo di tale portata sarebbe al momento “il più elevato tra i Paesi Ocse” e “anche della maggioranza dei contratti collettivi esistenti”, secondo Andrea Garnero, economista del dipartimento lavoro e affari sociali dell’Ocse, nel corso di un’audizione svoltasi sul tema in commissione lavoro alla Camera. La cifra di cui si parla in Italia è quindi, sottolinea l’economista, “molto elevata”. Preoccupazione sul tema è stata espressa anche dal mondo imprenditoriale.

Ue: da oggi le Giornate europee dello sviluppo. “Costruire un mondo che non lascia indietro nessuno”

Prende il via oggi a Bruxelles la tredicesima edizione delle Giornate europee dello sviluppo, il principale forum mondiale sulla cooperazione allo sviluppo. L’evento, articolato su due giornate, ospiterà oltre 8mila partecipanti da 140 Paesi, in rappresentanza di 1.200 organizzazioni della comunità per lo sviluppo, compresi Capi di Stato o di governo, esperti, noti influencer e giovani leader. Il tema di quest’anno è “Combattere le disuguaglianze: costruire un mondo che non lascia indietro nessuno”. Nei due giorni si discuterà dei successi e dei fallimenti della lotta contro le disuguaglianze nel quadro dell’agenda 2030 e dell’attuazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile. Il commissario per la cooperazione internazionale e lo sviluppo, Neven Mimica: “Le Giornate europee dello sviluppo servono per far sentire la voce dell’intera comunità per lo sviluppo, dai leader mondiali alle Ong, ai dirigenti d‘impresa all’industria. Combattere le disuguaglianze è un passo necessario per rendere la nostra cooperazione allo sviluppo più efficiente e significativa, così da non lasciare indietro nessuno”.

Cina: sale il bilancio di morti e feriti del terremoto che ha colpito la città di Yibin

È salito a 12 morti e 125 feriti il bilancio delle vittime del terremoto di magnitudo 6 che ieri sera ha colpito in Cina la città di Yibin, nella provincia centromeridionale del Sichuan. Il sisma, registrato alle 22.55 locali (le 16.55 in Italia), è stato seguito da almeno 62 scosse di assestamento. La violenta scossa ha causato il crollo di diversi edifici, tra cui un hotel nella contea di Changning, e il danneggiamento di diverse strade: le operazioni di soccorso sono ostacolate dalla violenta pioggia caduta da questa mattina sulle aree colpite. Il governo ha annunciato l’invio di diverse unità dei vigili del fuoco e altro personale specializzato. Gli ultimi terremoti più gravi in Cina si sono concentrati proprio tra le montagne dello Sichuan: nel 2008 un sisma di magnitudo 8 provocò la morte di 90mila persone, con un epicentro distante appena 400 km da quello della scossa registrata ieri.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori