Chiese orientali: card. Sandri (prefetto) a sacerdoti dell’Eparchia siro-malabarese, “non dobbiamo considerarci portatori di una posizione, ma piuttosto di una missione”

“Papa Francesco ci ricorda spesso che i chierici cattolici non sono impiegati del governo. Non dovremmo considerarci primariamente portatori di una posizione, ma piuttosto di una missione. Siamo chiamati ad essere uomini di profonda comunione con Dio e comunione con la Chiesa”. Lo ha detto ieri sera il card. Leonardo Sandri, pregando con i sacerdoti e le religiose dell’Eparchia siro-malabarese riuniti per alcuni giorni di ritiro spirituale presso il Centro gestito a Chicago (Usa) dai padri carmelitani. “Sappiamo che lo Spirito Santo esorta i sacerdoti ad uscire e diffondere la Parola di Dio – ha affermato il card. Sandri – , ma dobbiamo evitare il pericolo di andarsene da soli senza alcuna direzione”. Da qui l’invito a curare la comunione e il dialogo con il proprio vescovo. “Per quanti sono incardinati altrove o che appartengono a ordini religiosi potrebbe essere difficile rapportarsi con il vescovo di questa eparchia come con un padre – ha ricordato il card. Sandri -. Tuttavia, in futuro ci sarà solo un’eparchia siro-malabarese negli Stati Uniti e per ciascuno dev’essere chiaro che l’unità con il vescovo eparchiale è la condizione di partenza per qualsiasi azione pastorale”. Il card. Sandri, ricordando la Chiesa siro-malabarese in Kerala e nei Paesi dove si è diffusa, ha invitato a vivere il dono della comunione mettendo al bando ogni forma di litigiosità e divisione che, oltre a ferire il volto della Sposa di Cristo, danno scandalo agli altri fedeli cristiani e ai non cristiani, nell’India come nel resto del mondo. Infine, l”invito ai vescovi ad essere autenticamente padri e ai sacerdoti e alla religiose a non inventarsi dei percorsi personali pur ben ispirati che però non sono vissuti all’interno e a beneficio della comunità ecclesiale ma come ricerca di una affermazione personale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori