Luigi Sturzo: Caltagirone, convegno sull’attualità dell'”appello ai liberi e forti” per rimettere al centro famiglia, persona, lavoro, bene comune

Famiglia, scuola, lavoro, immigrazione, ambiente, riforme istituzionali, Europa. Sono alcuni dei temi al centro del convegno internazionale, che si svolgerà a Caltagirone, dal 14 al 16 giugno, dal titolo “L’attualità di un impegno nuovo”. A cento anni dall’appello “agli uomini liberi e forti” di don Luigi Sturzo, che ha rappresentato la base del progetto politico del Partito popolare italiano, tutte le principali associazioni, enti, università, movimenti, organizzazioni del mondo del lavoro che s’ispirano alla Dottrina sociale della Chiesa, “uniti e insieme”, attualizzeranno quell’appello. Interverranno 36 esperti, 12 relatori, il presidente del Ccee (Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa), card. Angelo Bagnasco, l’arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, card. Gualtiero Bassetti, il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, e del Partito popolare europeo, Joseph Daul. Insieme rifletteranno sui 12 punti del Programma dell’appello, per individuare un percorso culturale e sociale in grado di offrire una risposta alle sfide che il Paese si trova ad affrontare. L’incontro si concluderà, domenica 16 giugno, con un dialogo tra Ferruccio De Bortoli e Stefano Zamagni, presidente della Pontificia Accademia per le scienze sociali, e una Dichiarazione finale dopo le conclusioni proposte dai 7 membri del Comitato promotore scientifico, che organizza il convegno, per chiedere alla politica di rimettere al centro la famiglia, la persona, il lavoro, il bene comune.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori