Papa in Romania: mons. Jakubínyi, “ha adempito le promesse di Giovanni Paolo II”

“Vent’anni fa San Giovanni Paolo II ha visitato per la prima volta il Paese, limitandosi però alla capitale, Bucarest. Gli dispiacque molto non poter visitare la Transilvania dove vive la maggioranza dei suoi fedeli, ma promesse che se fosse ritornato ancora una volta ci avrebbe comunque visitato. Dopo vent’anni, lei, Santo Padre, ha adempito quelle promesse”. È il saluto di mons. György-Miklós Jakubínyi, arcivescovo di Alba Iulia, al Papa, a nome delle quattro diocesi  romano- cattoliche transilvane a maggioranza ungherese-sicula: Alba Iulia, Oradea Mare, Satu Mare e Timișoara. “Le chiediamo, Santo Padre, di aiutarci ad inserirci di più nel flusso vitale della Chiesa Universale”, ha proseguito il vescovo: ”La ringraziamo, Santo Padre, per essere venuto a pregare con noi, a offrire il Santo Sacrificio della Santa Messa, a chiedere alla Madonna Ausiliatrice di Șumuleu-Ciuc /Csíksomlyó che ci benedica secondo l’iscrizione della croce votiva: ‘Dio! Conservaci nella santa fede e nelle virtù degli antenati’”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia