Festa della Repubblica: Mattarella, “libertà e democrazia incompatibili con chi alimenta i conflitti, fomenta scontri, ricerca un nemico, limita il pluralismo”

(Foto di Paolo Giandotti - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

“Libertà e democrazia non sono compatibili con chi alimenta i conflitti, con chi punta a creare opposizioni dissennate fra le identità, con chi fomenta scontri, con la continua ricerca di un nemico da individuare, con chi limita il pluralismo. I valori delle civiltà e delle culture di ogni popolo contrastano in modo radicale con quella deriva e fanno, invece, appello a salde fondamenta di umanità, per confidare nel progresso”. È il monito lanciato oggi pomeriggio dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del concerto al Quirinale in onore del Corpo diplomatico accreditato presso lo Stato Italiano alla vigilia della Festa della Repubblica.
Il Capo dello Stato ha sottolineato che “il 2 giugno è la Festa degli Italiani, è il simbolo del ritrovamento della libertà e della democrazia da parte del nostro popolo”. “È un appuntamento – ha proseguito – che rinsalda da parte dei cittadini la loro adesione leale e il loro sostegno all’ordinamento repubblicano, nella sua articolazione, allo stesso tempo unitaria e rispettosa delle autonomie, sociali e territoriali”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia