Diocesi: Caritas Arezzo, in quattro mesi oltre 2.400 pernottamenti a Casa S. Domenico

In quattro mesi sono stati 2.444 i pernottamenti offerti a Casa S. Domenico, la struttura per l’accoglienza invernale gestita dalla Caritas di Arezzo-Cortona-Sansepolcro che si trova al piano terra di Palazzo Fossombroni ad Arezzo. Il servizio è stato offerto dal 4 dicembre 2018 al 7 aprile scorso, dalle 20.15 alle 22.30 in entrata e dalle 6 alle 8 in uscita. È stata offerta accoglienza notturna gratuita per 124 notti. Gli ospiti, per accedere alla casa, dovevano essere in possesso di un pass personale, munito di foto, rilasciato dalla Caritas diocesana dopo un breve colloquio di conoscenza. Il possesso del pass ha garantito la sicurezza di un posto letto (brandina, coperte, cuscino con federa), oltre ad un kit per la doccia e l’igiene personale. Alle persone sprovviste di regolare pass è stato assicurato il pernottamento in struttura solo dopo verifica della disponibilità o meno di alcuni posti letto liberi. All’interno della struttura i posti letto a disposizione sono stati 24, suddivisi in tre stanze con un piccolo spazio, separato, dedicato all’accoglienza di eventuali donne, oltre a tre bagni, uno spazio doccia ed una stanza con bevande calde (thè e latte) preparate dai volontari della mensa serale di San Domenico e dalle operatrici Caritas/Sichem di Casa Santa Luisa. Ogni quindici giorni è stato garantito un servizio sanitario (con due medici volontari) per visite mediche, screening e monitoraggi di particolari patologie presenti. Ai volontari che hanno prestato servizio nella struttura è stata riservata una stanza con bagno. Per garantire la sicurezza, ogni sera è stata previsto il passaggio di una pattuglia della polizia municipale e una pattuglia del corpo dei vigili giurati ha stazionato ogni giorno dalle 7.30 fino alla chiusura mattutina dell’accoglienza. Grazie alla disponibilità della Caritas diocesana e, in accordo con i singoli servizi sociali, sono stati inseriti, tramite progetti di accompagnamento personalizzati e in tempi diversi (durante l’apertura del servizio e nei giorni immediatamente successivi alla chiusura di questo), 5 ospiti (residenti ad Arezzo e a Foiano della Chiana) all’interno della Casa di Accoglienza San Vincenzo. Infine con la Questura di Arezzo, tramite l’utilizzo dell’apposito programma on-line alloggiatiweb, la relazione si è incentrata sulla quotidiana comunicazione dei dati anagrafici di tutte le persone ospitate (con o senza pass). Il servizio in Casa S. Domenico è stato possibile grazie alla disponibilità di tanti volontari: 25 le persone che si sono rese disponibili per la pulizia quotidiana dei locali e 68 quelle che si sono alternate ogni giorno nella sorveglianza notturna (dalle 20.15 alle 8).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo