Diocesi: card. De Donatis su nomina mons. Lojudice ad arcivescovo di Siena, il suo stile fatto di “presenza, tenacia, dedizione, coinvolgimento, inventiva”

Mons. Augusto Paolo Lojudice è il nuovo arcivescovo metropolita di Siena-Colle di Val d’Elsa-Montalcino. Lo ha nominato oggi Papa Francesco. Il card. De Donatis, vicario generale del Papa per la diocesi di Roma, ha dato l’annuncio della nomina del Pontefice alle 12 di oggi, nell’Aula della Conciliazione del Palazzo apostolico del Laterano, sede del Vicariato di Roma, in contemporanea con la Sala Stampa della Santa Sede. Erano presenti i vescovi ausiliari della diocesi, i parroci prefetti con molti sacerdoti e il personale del Vicariato di Roma. Nato a Roma il 1° luglio 1964, mons. Lojudice è stato ordinato sacerdote il 6 maggio 1989 a San Giovanni in Laterano. Eletto vescovo il 6 marzo 2015, è stato ordinato il successivo 23 maggio nella cattedrale di Roma. Per la diocesi di Roma ha ricoperto l’incarico di ausiliare per il Settore Sud e vicario generale della Diocesi suburbicaria di Ostia. Monsignor Lojudice è segretario della Commissione episcopale per le migrazioni della Conferenza episcopale italiana e presidente della stessa commissione per la Conferenza episcopale del Lazio. Nel comunicare la nomina, il cardinale De Donatis ha “ringraziato il Signore” per tutti gli anni che “don Paolo ha vissuto nella Chiesa di Roma”; ne ha ricordato “lo spirito spiccatamente romano” e ha sottolineato una curiosa coincidenza: la nomina arriva nel giorno in cui mons. Lojudice festeggia i trent’anni di ordinazione sacerdotale. Del nuovo arcivescovo di Siena, il cardinale vicario ha evidenziato “l’attenzione al popolo di Dio”, alla “dimensione caritativa e alla realtà missionaria”, i suoi “stretti rapporti con la popolazione rom”, la “particolare attenzione ai migranti”, lo stile fatto di “presenza, tenacia, dedizione, coinvolgimento, inventiva”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo